Ultima modifica: 20 Aprile 2020

“M’illumino d’immenso” – Secondaria “Carlo Porta”

Raccolta di poesie delle classi 3H e 3E

Quattro parole (un pronome, un verbo, una preposizione e un aggettivo sostantivato) racchiuse in due versi. Brevi, brevissimi. Chiusi come noi in questo periodo di quarantena, ma intrisi di un’energia centrifuga che si irradia in ogni dove.

In ognuno di noi vi è in questi giorni la stessa forza, la stessa voglia di evadere dalle mura domestiche, alla ricerca di un contatto umano, di un alito di aria, di un raggio di sole, di una visione naturale.

Ecco perché ci siamo illuminati di immenso: la poesia come strumento di redenzione, di catarsi, di proiezione verso orizzonti di speranza.

Noi ragazzi della classe 3^H ci siamo tramutati, anche solo per un attimo, in poeti illuminati, capaci di scavare nell’animo più profondo (“il porto sepolto” di ungarettiana memoria), alla ricerca di parole che sappiano tramutare su carta (in tempi digitali) le nostre emozioni, a imperituro ricordo di questa a-normale esperienza di vita.

Perché un giorno futuro, risfogliando queste pagine, possiamo rinverdire la forza e il coraggio con cui abbiamo affrontato questa quarantena, riscoprendo il sacro sapore della libertà.

 

 

M’illumino d’immenso 3 H 2019 2020

M’illumino d’immenso 3E