Ultima modifica: 4 Maggio 2022

INCONTRO CON L’AUTORE 2021/22

Incontro con il rapper Amir Issaa

Il 24 Marzo 2022, la classe 3 ^I ha incontrato Amir Issaa, il rapper e autore del libro Educazione Rap.



Incontro con Andrea Franzoso

Il giorno 8 marzo 2022, le classi 3^C, 3^E, 3^I e 3^L hanno assistito all’incontro in presenza con lo scrittore Andrea Franzoso, dopo la lettura del libro “#disobbediente. Essere onesti è la vera rivoluzione”.



Incontro con Riccardo Cazzaniga

Giovedì 3 e venerdì 4 febbraio 2022, la nostra scuola ha avuto il piacere e l’onore di ospitare Riccardo Gazzaniga, autore del libro “Abbiamo toccato le stelle” e del più recente “Come fiori che rompono l’asfalto”.



Incontro con Marco D’Amore e Francesco Ghiaccio – “Vesuvio”

Il 30 novembre 2021, tre classi terze della nostra scuola, la 3^A, la 3^H e la 3^I, nell’ambito del Progetto di Bookcity “La mafia non è un gioco”, hanno avuto l’occasione di incontrare da remoto Francesco Ghiaccio e, a sorpresa, anche Marco D’Amore, autori di “Vesuvio” edito da De Agostini.

ll libro narra la storia di due ragazzi tredicenni, Susy e Federico, detto Vesuvio, che vivono la loro vita a Napoli, a stretto contatto con la Camorra perché figli di due boss, rispettivamente Don Cosimo Brando e Gennaro Licata. A causa del rapporto di “amore-odio” tra questi due ragazzi, si scatena una guerra tra i loro padri, che coinvolge anche camorristi di rango minore.

Dopo poco tempo, la ragazza si nasconde a Milano, ma Federico lo scopre tramite un suo amico chiamato Hacker e la va a cercare, sostando momentaneamente a casa di suo zio Gabriele.

Una volta ritrovatisi, questo le punta una pistola in testa, tremando a causa delle varie emozioni che lo assalgono. Vesuvio è pronto a premere il grilletto e… Il resto è tutto da scoprire.

La storia ci è piaciuta molto perché, avventurosa e avvincente, è riuscita a farci comprendere quanto sia difficile stare dalla parte della giustizia, sacrificando anche qualcosa che ci sta a cuore, piuttosto che stare dalla parte del torto commettendo ingiustizie. Spesso, infatti, soprattutto in adolescenza è complicato scegliere tra ciò che è giusto e ciò che è sbagliato, ma il libro ci  insegna che tutti noi possiamo avere una seconda possibilità. L’insegnamento che conserveremo nel nostro cuore è che la giustizia vince sempre sul male e che i crimini vanno denunciati. Gli autori ci hanno colpito per la loro simpatia e disponibilità a rispondere a tutte le nostre  domande e curiosità e ad ascoltare le nostre produzioni: la 3^A ha provato ad attribuire un titolo a ogni capitolo, la 3^H ha lavorato sulla “pagina che non c’era”, la 3^I, infine, ha provato a immaginare un diverso finale, riprendendo il racconto proprio laddove Francesco Ghiaccio e Marco D’Amore l’hanno interrotto.

Lara Bacchetta,

Carolina Fainardi,

Luca Magaraci,

Thomas Vigorito e la 3^I

 

Guarda Il video con un assaggio dei testi realizzati dalla 3^I



Incontro con Matteo Bussola e il suo libro “Viola e il Blu”

Mercoledì 17 novembre 2021, dieci classi della nostra scuola, divise in due gruppi, hanno incontrato su Meet Matteo Bussola, autore del libro “Viola e il Blu”, «scrittore in prestito» come ama definirsi perché non ha ricevuto una formazione letteraria, bensì nasce come fumettista e illustratore. Tema principale del libro è lo stereotipo, in particolare quello di genere, definito come una gabbia invisibile che ci costruiscono intorno gli altri o che siamo noi a crearci. È una scatola dalla quale non possiamo mai uscire. È un recinto, un’immagine rigida che ci rende decisamente poco flessibili.

La storia di questo libro insegna quanto è bello uscire dalla scatola, per sentirsi tutti un po’ “storti”. Essere “storti”, infatti, non significa essere sbagliati: vuol dire piuttosto essere sé stessi, essere autentici, con pregi e difetti, con attitudini e sentimenti. È la società a volerci dritti. Noi dobbiamo avere il coraggio di essere noi stessi e di non farci influenzare dagli altri.

Così, in un pomeriggio trascorso con il padre, proprio grazie a suo padre, Viola scopre cosa siano gli stereotipi e i pregiudizi che da sempre occupano la nostra società e che costituiscono un argomento che incuriosisce tanto la bambina undicenne, che è la protagonista del racconto.

Secondo Matteo Bussola, papà di tre splendide bambine, essere genitore non vuol dire solo educare: significa anche, proprio attraverso il rapporto di reciprocità con i propri figli, imparare qualcosa di nuovo.

L’autore ci ha inoltre dato tre consigli di scrittura: il primo è di praticare la scrittura senza badare ai risultati, che sono la naturale conseguenza di un lavoro svolto con grande passione; il secondo è di domandarsi se l’argomento trattato ci appartiene oppure no; l’ultimo è di imparare a osservare la realtà e ad alimentare la nostra curiosità, perché possiamo scrivere solo se siamo informati dei fatti e se ci documentiamo.

Matteo Bussola ci ha inoltre  rivelato di aver scritto questo libro proprio con la piccola speranza di contribuire a cambiare le cose: missione difficile, ma non per questo impossibile, perché ha indotto noi e i nostri compagni a riflettere sulla questione. Abbiamo capito che le differenze sono bellissime e che ognuno di noi, a prescindere dal genere, ha diritto di accedere a tutte le sfumature di sentimenti: dobbiamo avere il coraggio di accettare che in noi alberga una parte maschile e una parte femminile, diversamente distribuite a seconda della persona. Tutti noi abbiamo un animo forte ma allo stesso tempo dolce, tenero ma allo stesso tempo determinato,  talvolta rabbioso, ma anche molto gentile. Ognuno ha il diritto di colorarsi come vuole anche perché, a dispetto di ogni stereotipo di genere, i maschi e le femmine, quando sfrecciano vicini, in realtà, non stanno facendo nessuna gara: vogliono solo correre insieme. E così l’incontro è stato anche l’occasione per ricordare la data del 25 novembre, in cui in tutto il mondo si celebra la giornata contro la violenza sulle donne alla quale in 3^I abbiamo voluto partecipare indossando quel giorno un indumento rosso.

Sara C., Federici C., Paola P., Marco V.

Guarda il video:  Scrittura creativa visiva da Viola e il blu  della 3^I

 

viola e il blu
viola e il blu 2
classe 2^A
viola e il blu 4

viola e il blu 3

classe 3^ I



Incontro con Francesco D’Adamo – “La traversata”

Durante l’estate che ha segnato il passaggio dalla scuola primaria a quella secondaria, i futuri studenti iscritti alle classi prime hanno letto ” La traversata” di Francesco D’Adamo.

Iniziato l’anno scolastico tutte le classi prime sotto guida degli insegnanti di lettere hanno analizzato il testo letto ed elaborato diverso materiale, in attesa di incontrare l’autore.

Il 26 del mese di Ottobre le prime hanno incontrato Francesco D’adamo e condiviso il materiale elaborato.

 

Guarda il FILMATO CLASSE 1^H

 

cartellone d'adamo cartellone d'adamo

I cartelloni realizzati dalla 1^D.

cartellone d'adamo
Per vedere tutti i contributi alla mappatura degli oggetti essenziali visita la pagina speciale della casa editrice Il Castoro al link  https://speciali.editriceilcastoro.it


 




Link vai su