Ultima modifica: 1 Ottobre 2019

Educhange 2017

La scuola secondaria Carlo Porta aderisce al progetto EduCHANGE

 

Anche quest’anno la nostra scuola promuove il Progetto EDUCHANGE1 (proposto da AIESEC con il supporto del MIUR2) e accoglierà due volontari stranieri che affiancheranno i docenti in alcune ore di lezione dal 6 novembre al 15 dicembre. Quest’anno sono stati selezionati una ragazza e un ragazzo indiani, Rijuta e Vinayak, che saranno ospitati da due famiglie di nostri alunni.

Il progetto è trasversale e coinvolge diverse discipline secondo la metodologia CLIL (Content and Language Integrated Learning = apprendimento integrato di contenuti disciplinari in lingua straniera veicolare). È rivolto principalmente alle classi terze, ma sono previsti anche alcuni interventi nelle classi seconde.

Le tematiche scelte per le classi terze saranno sviluppate dai volontari a partire dagli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile definiti dall’ONU3.

educhange

.

 

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

In particolare verranno affrontati i seguenti obiettivi:

AFFORDABLE AND CLEAN ENERGY

s

.

.

.

.

.

.

.

.

.

CLIMATE ACTION

n

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

PEACE, JUSTICE AND STRONG INSTITUTIONS

n

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

Il programma settimanale sarà il seguente:

Settimana 1-2: accoglienza, programmazione e presentazione generale del volontario, presentazione della cultura e del paese di provenienza.

Settimana 3: presentazione della tematica e analisi tramite slides, giochi e dibattiti; attività e riflessioni relative al Team Working.

Settimana 4 e 5: divisione in gruppi e team work.

Settimana 6: presentazione e discussione degli elaborati degli alunni.

Nelle classi seconde gli interventi saranno più semplici, dedicati alla presentazione di sé e di alcuni aspetti della cultura d’origine dei volontari, quali ad esempio la musica e il cibo.

Il progetto è guidato dai docenti, che hanno scelto le tematiche e gli aspetti che più possono coinvolgere gli studenti e che sono di supporto durante il lavoro in classe; lo sviluppo e le modalità di lavoro sono doveri del volontario, secondo una programmazione costantemente vagliata dal team di AIESEC1 Milano e dai docenti referenti.

Si è concluso il Progetto EduCHANGE 2017

Anche quest’anno la nostra scuola ha aderito al Progetto Educhange e ha accolto due volontari stranieri, che hanno partecipato alle attività didattiche, proponendo, in collaborazione con i docenti curricolari, lezioni in lingua inglese su tematiche concordate.

n

Quest’anno abbiamo conosciuto Rijuta e Vinayak, una ragazza e un ragazzo indiani, che sono arrivati ai primi di novembre e hanno trovato ospitalità presso due famiglie di nostri alunni.

Il Progetto intende potenziare l’uso della lingua inglese e promuovere gli Obiettivi Globali per lo Sviluppo Sostenibile (SDG = Sustainable Development Goal) che i 193 stati membri dell’ONU hanno sottoscritto il 25 settembre 2015, per raggiungere tre traguardi fondamentali entro il 2030:

  • Porre fine alla povertà estrema

  • Combattere la disuguaglianza e l’ingiustizia

  • Porre rimedio al cambiamento climatico

g

 

Si tratta di un progetto trasversale e ha quindi coinvolto diverse discipline, secondo la metodologia CLIL (Content and Language Integrated Learning = apprendimento integrato di contenuti disciplinari in lingua straniera veicolare).
Si è rivolto principalmente le classi terze (circa 25 ore in ciascuna classe nel corso di 6 settimane), ma ci sono stati interventi anche nelle classi seconde (4 ore in ciascuna classe nel corso di 4 settimane). Con i più giovani gli interventi sono stati più semplici, dedicati alla presentazione di sé e di alcuni aspetti della cultura d’origine dei volontari, quali ad esempio la scuola, la musica e il cibo indiani.

Le tematiche scelte per le classi terze sono state invece sviluppate dai volontari a partire dai 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile definiti dall’ONU e in particolare sono stati affrontati i seguenti:

n° 7 – AFFORDABLE AND CLEAN ENERGY

Assicurare la disponibilità di servizi energetici accessibili, affidabili, sostenibili e moderni per tutti

n° 13 – CLIMATE ACTION

Adottare misure urgenti per combattere il cambiamento climatico e le sue conseguenze

n° 16 – PEACE, JUSTICE AND STRONG INSTITUTIONS

Promuovere società pacifiche e inclusive, garantire a tutti l’accesso alla giustizia, realizzare istituzioni effettive, responsabili e inclusive a tutti i livelli.

Il progetto si è concluso il 15 dicembre e con grande dispiacere abbiamo salutato Rijuta e Vinayak, che sono ritornati nel loro paesi d’origine, dopo aver proficuamente lavorato con noi in queste sei settimane.

Ringraziamo le famiglie che li hanno accolti nelle loro case, poiché la loro disponibilità e affettuosa ospitalità sono stati elementi importanti per la buona riuscita del Progetto.

e

Il numero speciale di rePORTAr dedicato al progetto Educhange

58_speciale EDUCHANGE
Titolo: 58_speciale EDUCHANGE (0 click)
Etichetta:
Filename: 58_speciale-educhange.pdf
Dimensione: 2 MB